Villamagna, dal toponimo latino “Villa” residenza o podere, e “Magnus” importante, grande. Non è un caso che in passato sia sempre stata la residenza estiva prescelta dai prelati. Lo testimonia la posizione dello splendido palazzo arcivescovile del XVI secolo, recentemente restaurato, che si affaccia su una sterminata e spettacolare veduta di vigneti protetti da lontano dalla Majella e dal Gran Sasso. Villamagna è una importante Città del Vino che negli ultimi anni si è distinta a livello internazionale per la produzione di un rosso di grande struttura. Dalla vendemmia 2011 è nata la Villamagna DOC, costituita da un solo vino rosso, nella versione base e riserva, che si propone di raggiungere importanti traguardi qualitativi.

#1 PALAZZO ARCIVESCOVILE

L’Azienda Valle Martello si estende su 50 ettari di vigneto. Una delle caratteristiche principali dell’azienda Valle Martello è la sua posizione strategica: la disposizione su due colline opposte, una esposta a Nord e l’altra a Sud, consente infatti di ottenere delle uve altamente selezionate a seconda delle condizioni climatiche dell’annata vinicola. I vini prodotti sono il Montepulciano d’Abruzzo, il Trebbiano d’Abruzzo, il Cerasuolo d’Abruzzo, il Pecorino, la Cococciola e il Villamagna Doc. Essi richiamano i tradizionali profumi, sapori e colori di un territorio nella cui storia la viticultura è stata tra le attività agricole principali. Questo è dimostrato dalla ricchezza dei vigneti e dall’unicità della sua posizione geografica: a metà strada tra il Mare Adriatico e il massiccio della Majella.

#1 TORRE MONACHE
#2 VIGNETI SOLAGNA